Il Cristallo della Forma è un Cristallo poliedrico e puro

che vive nella incarnazione multiforme e variegata della Natura Umana, ma risponde all’unico principio che lo contraddistingue fino alla fine dei tempi: il principio della varietà nella unità, come se i tanti corpi nella loro differenziazione fossero “faccia” di quel Cristallo originario che rimane incontaminato anche se sprofonda nelle viscere del magma.

Tante facce e tante sfaccettatture, infiniti pezzi del Cristallo che si staccano da esso ma ne fanno parte perchè conservano la sua MATRICE originaria, anche se se ne allontanano.

Il Cristallo della Forma si auto-rigenera in continuazione poichè non ha fine.

E’ uno e unico ma allo stesso tempo multiforme perchè ogni pezzo è diverso dall’altro, somigliante a volte, ma mai uguale.

E nelle infinite Forme si purifica e si pulisce perchè rilascia doni ed evoluzione, nel suo DNA e nelle facoltà che compongono le varie specie. La specie umana è attualmente all’apice della sua complessità e dei suoi “veicoli”, che stanno mutando configurazione, fino ad assomigliare sempre più alla purezza della Matrice originaria.

Ogni distacco comporta una sorta di perdita della purezza originaria, ma questo non è a causa della qualità del materiale ma del suo errato utilizzo, del suo non rispetto del principio basilare e originario del non DISPERDERE, del non DISSIPARE, del non RI-ORGANIZZARE in altre disposizioni diverse da quelle stabilite dall’Armonia Cosmica.

Ciò che è artificiale non può essere naturale e le commisture non sono foriere di grandi possibilità. Quanto più ci si avvicina alla fonte e alla natura, tanto più si riflette le intere sfaccettature in una sola Forma e in una sola Unità.

Che questo è il compito finale: che ogni Forma distaccata dalla MATRICE originale UNIVERSALE ne contenga tutte le caratteristiche intatte e le qualità, mantenendo vigile la Cura e la sua Manutenzione, come se si avesse a che fare con un oggetto prezioso.

La cura e la custodia del “GUSCIO umano” nel quale l’anima fa la sua esperienza finale.